049 AG RARISSIMO LUIGI XV "MUSTACHES" SCOLPITO IN MARMO NERO DEL BELGIO

€ 26.000,00

Larghezza max 149 - Altezza max 116 - Larghezza bocca 100,5 - Altezza bocca 98 - Profondità pianale 42 cm

PREZZO IMPONIBILE € 26.000 COMPRESA CONSEGNA
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")
PREMESSA AL COMMENTO:

Se mi promettete di non mettervi a ridere, vi farò una confessione.
D'accordo?! (non ve lo sto dicendo "alla Vanna Marchi", ma in tono sommesso, venato di malinconia..).
Bene, se siete d'accordo allora vi farò una confessione che penso di non aver mai espresso sino ad oggi: Sono triste perché, nel proporvi questo raffinato camino, sono conscio del fatto che non ne potrò più possedere uno equivalente, uno altrettanto fine, altrettanto ben conservato, di altrettanta Personalità. Tanta é la richiesta a livello mondiale di camini d'alto livello scolpiti in marmo Nero Belgio che quando ne viene smontato uno a Parigi, ad Anversa, in Costa Azzurra od a Bordeaux, centinaia di proposte arrivano al proprietario, il quale, inevitabilmente, ne fa una vera e propria asta. A quel punto, inutile dibattersi, le offerte vanno alle stelle e tanti privati son disposti a pagare cifre da capogiro pur di far propri camini a questo livello. In sostanza sono un poco triste perché so che presto questo esemplare caminetto sarà venduto e per me sarà come perdere qualcosa, un amico al quale mi stavo affezionando.

PREMESSA AL COMMENTO:
L'ESEMPLARE QUI PROPOSTO NON E' UN OGGETTO DI PRODUZIONE SERIALE, MA UN "PEZZO UNICO", E CIOE' REALIZZATO IN UNICO ESEMPLARE SU RICHIESTA DI UNA SPECIFICA COMMISSIONE.

COMMENTO VERO E PROPRIO:
Il camino lo potete godere tramite queste fotografie (peraltro scattate molto bene) ma vi posso garantire che, ammirato de visu, "colpisce" molto di più, chissà perché, visto che è pure molto fotogenico. Insomma, in questo esemplare c'é qualcosa in più, qualcosa che non si trova negli altri, anche bellissimi, suoi confratelli d'alta gamma. In poche parole, la sua Personalità é fortissima ed é impossibile non rimanerne impressionati. 

Fatta questa premessa al sapor spiritico (e pensare che io sono del tutto realista, materialista, terra a terra, insomma), veniamo ad esaminare le sue caratteristiche, generali e particolari.
Le prime consistono:
A) Nella sua fantastica conservazione.. Se per legge s'intende integro un oggetto antiquariale sin che non supera mancanze del cinque per cento, beh allora noi dovremmo pensare che il nostro esemplare sia stato scolpito stanotte o pochi giorni or sono, per via che le sue mancanze sono tanto "invisibili" da potersi considerare una frazione intorno allo 0, 00000 e mettete voi un numero a caso.

B) Nella sua, anch'essa ben mantenuta, lucidatura. Tenete presente che detta operazione è stata eseguita la prima volta (AL MOMENTO DELLA SUA NASCITA) negli anni tra il 1860 ed il 1880 ed era, evidentemente ed ovviamente, del tutto realizzata a mano tramite "saponi" (questa era la loro forma) di pietra pomice aventi caratteristiche diverse di durezza.. Si cominciava con la "saponetta" più dura, poi si proseguiva con una saponetta media e finalmente, dopo giorni e giorni di sudore su quelle superbe superfici, si finiva con la saponetta fine.. Se a scolpire un camino in marmo Nero Belgio serviva molto più tempo ed esperienza rispetto ai marmi " normali" (per via della sua consistenza simile al vetro), anche la lucidatura andava per le lunghe e si stima che per lucidare un camino in Nero Belgio servisse un giorno in più della metà del tempo necessario a scolpirlo. Per non essere da meno ai lavoranti dell'Ottocento, noi abbiamo portato questo esemplare in Valpolicella (seconda zona d'Italia, dopo la Lunigiana, in quanto a lavorazioni scultoree) e gli abbiamo fatto dare una "rinfrescata alla sua lucidatura, RIGOROSAMENTE A MANO, COME CENTO O DUECENTO ANNI FA, da uno degli ultimi "lucidatori" rimasti al mondo.. Tra pochi anni, non essendoci alcun ricambio artigianale, certe raffinatezze non si potranno più ottenere, neanche disponendo del portafogli del Berlusca.

Venendo ai suoi particolari, ci sono in questo camino alcuni elementi decorativi tradizionali, quali la scultura fogliacea al centro del frontale (non ditelo in giro ma sappiate che spesso gli scultori di queste particolari decorazioni si ispiravano a cespi d'insalata), le altrettanto classiche "piccole conchiglie" alla sommità delle gambe oppure i due riccioli (questi derivanti dal Rinascimento italiano) laddove le gambe sono nel massimo del gonfiore (sulla "coscia", insomma) ed altri raffinatissimi quanto classici particolari scultorei.
Ma in questo elegante camino abbiamo una novità del tutto assoluta: Lungo tutta la sua gamba una triplice modanatura "a mezzo torello" decora le gambe stesse in una modalità estremamente raffinata..
MAI VISTO, IN 45 ANNI DI LAVORO IN QUESTO SPECIFICO ED UNICO AMBITO, UN CAMINO CON QUESTA DECORAZIONE. Non é che questa elegante lavorazione sia nuova di per se, essa é facilmente riconducibile alla colonna romana, sulle cui superfici spesso appariva affinché dette colonne potessero non essere confuse con quelle greche, ma MAI nessun architetto (erano gli archistar i progettisti dei camini) aveva applicato una simile decorazione ad un camino. Era più facile e sicuro "andar sul classico", in fondo percorrere una strada nuova significava rischiare e non tutti avevano, appunto, il coraggio di rischiare. Ringrazio l'architetto parigino che ha messo nel suo progetto, oltre alla sua certa maestria, anche un pugno di nobil coraggio.. A chi verrà a godersi de visu questo fantastico caminetto, farò notare (cosa impossibile tramite fotografia) con quali raffinatezze di particolari queste modanature siano state concepite, fatto anche questo da riconoscere alla maestria del nostro VERO archistar, il quale conosceva l'importanza dei particolari ed anche l'effetto che questi particolari possano produrre anche in chi non li noti esplicitamente.

RITROVAMENTO PARIGINO, PERIODO NAPOLEONE III.



Add to cart