937 SINUOSO CAMINETTO REGGENZA IN PIERRE DOREE DU BEAUJOLAIS

€ 6.400,00

Largh max 148 Alt max 111 Largh bocca 115 Alt bocca 903 - Profondità 33

PREZZO IMPONIBILE € 6400 COMPRESA CONSEGNA
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

 

Antico e sensuale camino Reggenza in Pierre Dorée, caminetto da museo, non fosse che per l'artistica snellezza di forme, segno della buona mano dell'architetto che l'ha disegnato, un vero artista...
E', questo, uno dei "pezzi" storicamente più importanti del mio magazzeno, quello che pensavo non avrei mai più ritrovato, ed invece.. eccolo qui.. ancora mio, da carezzare e possedere, almeno sino a quando non si accaserà di nuovo..

Escludendo acquisti presso falsari, difficilmente potrete entrare in possesso di un autentico e settecentesco camino in Reggenza.. e' un poco come vincere alla lotteria di capodanno imbattersi in un caminetto di questa morbida eleganza costruito in questa nobile pietra..

Lo so, costa molto, nonostante che io mi sia limitato decisamente nel calcolarne un minimo ricarico.. e' che di camini così (parlo sempre di oggetti autentici, eh..) ce ne saranno quante le dita d'una mano in commercio in tutto il mondo e semmai si abbia la fortuna di trovarne uno, beh, si rende necessario metter mano alla borsa.. Per consolazione del vostro portafogli posso però dirvi che le quotazioni di "pezzi" del genere stanno aumentando vertiginosamente, data la loro esiguità e date le leggi sempre più restrittive riguardo il loro smontaggio..

In ogni caso, caminetto da vedere de visu, da immaginare dopo una completa pulizia (io, infatti, lo presento più o meno nello stato del ritrovamento..), camino da comprendere e da toccare, assolutamente da non acquistare tramite le nostre miserabili fotografie..

Provenienza Parigi, epoca costruzione ultimo quarto del 700 (semmai vi venisse proposto l'acquisto di un caminetto sotto di questa data, fate un giro prima in caserma.. dai carabinieri, e chiedete loro di accompagnarvi dal commerciante in questione... vedrete come calerà la data che stava per propinarvi... miracoli della divisa..), buona conservazione generale.


PERCHE’ ANTICAMENTE LA PIETRA VENIVA VERNICIATA?

Innanzitutto c’è da dire che non era “normale” verniciare la pietra, e soprattutto non lo si faceva per una questione “estetica” come molti sono indotti a credere.Questo fatto di verniciare il camino in pietra (ma non solo il caminetto, anche le pareti, le travi etc…) accadeva solamente in occasione di pestilenze varie (una semplice influenza, sino alla scoperta dei moderni farmaci, poteva mietere milioni di vittime anche ai primi decenni del Novecento). Si credeva infatti che “il microbo” si annidasse nei pori della pietra e che questa andasse quindi disinfettata.. In Italia si usava per lo più la calce, raramente un colore vero e proprio. All’estero, invece, ed in modo particolare in Francia, si tendeva a pitturazioni con qualche valenza estetica, in qualche caso anche a “marmorizzazioni”, a tentativi pittorici, cioè, volti a rappresentare sulle superfici in pietra i colori di un marmo.

Add to cart