023M CAMINIERA "VERSAILLES" A PANNELLO CON DECORI FLOREALI E SPECCHIO D'ORIGINE AL MERCURIO

€ 3.400,00

PREZZO IMPONIBILE 3400CONSEGNA DA DEFINIRE
Larghezza 111 cm - Altezza 155 cm

QUESTA CAMINIERA, NASCE GEMELLA (POCHISSIMI CM DI DIFFERENZA) IN COPPIA ALLA CAMINIERA 024M (PUBBLICATA QUI A FIANCO SE NON VENDUTA) ED INSIEME HANNO CONVISSUTO DONANDO BELLEZZA E BUON GUSTO AD ALMENO SETTE GENERAZIONI DI PROPRIETARI.
LA DIFFERENZA DI PREZZO CHE ESISTE TRA LORO STA TUTTA NEL FATTO CHE L'UNA (QUESTA CHE STO QUI PRESENTANDOVI) POSSIEDE IL SUO SPECCHIO D'ORIGINE ED ADDIRITTURA QUESTO SPECCHIO E' AL MERCURIO MENTRE L'ALTRA HA UNO SPECCHIO NON COEVO, IN SOSTANZA, DI MODERNA PRODUZIONE.

Dovete sapere che l'altisonante appellativo di "Versailles", anche da me affibbiato a questa graziosa ed elegantissima caminiera, deriva dal fatto che la sua decorazione dominante, quel fantastico e generoso festone floreale appeso a due nodi d'amore è un elemento dominante anche nella Reggia di Versailles.

In quella sterminata serie di stanze e saloni  (si contano circa 700 ambienti, oltre ad un migliaio di corridoi), infatti, si avvicendano festoni di ogni foggia e foglia e fiore e frutto e bacca etc.. etc.. Ma non basta, detti festoni, semmai voi vediate Versailles dall'esterno, li potrete ammirare anche sulla cancellata.

Eppure, e qui va a finire che sfaterò un mito, i festoni più belli e più somiglianti a quello della nostra caminiera io li ho visti al giardino delle Tuileries, vicinissimo a Place de la Concorde ed all'arco di Trionfo, insomma, nel cuore vero di Parigi.
Qui, sulle cancellate che recintano questo meraviglioso parco (il più antico ed il più vasto di Parigi, merita una visita e ve lo dice uno che il pollice ce l'ha nero, altro che verde!!) vi sono festoncini dorati (ad oro zecchino, eh..) molti dei quali sono proprio fatti, come il nostro, di bocciuoli di rosa.
Non solo, grande risalto al loro aspetto dorato viene dal fatto che tutti i ferri di questa artistica recinzione sono pitturati di nero, senz'altro, io credo, proprio per dare, con tanto contrasto di colori, il maggior rilievo possibile a queste floreali decorazioni.
E sapete chi ha disegnato, oltre al parco, anche le sue parti non arboree e quindi anche quei ferrei bocciuoli?
Su ordine di Caterina dei Medici (fu questa potente principessa italiana a volerlo, questo parco) l'architetto fiorentino Bernardo Carnesecchi nel 1564.
ECCO PERCHE' QUESTI FESTONI SON PIU' BELLI, PIU' ELEGANTI, PIU' FINI DI QUELLI DI VERSAILLES, C'E' IL RINASCIMENTO ITALIANO A FAR LA DIFFERENZA.

PROVENIENZA PARIGI, PERIODO NAPOLEONE III, RESTAURO PROFESSIONALE SULLA SUA ROBUSTA COSTITUZIONE FISICA.



Add to cart