021M SPECCHIERA-CAMINIERA STILE LUIGI XVI

€ 3.200,00

Larghezza max 103 - Altezza max 165

PREZZO IMPONIBILE € 3200 CONSEGNA DA CONCORDARE


FANTASTICA, DAVVERO..
QUESTA CAMINIERA/SPECCHIERA METTE INSIEME TANTI ELEMENTI QUALI DISEGNO, STORIA, QUALITA' COSTRUTTIVE E SIGNIFICAZIONI VARIE.. VEDIAMONE QUINDI  INSIEME LE CARATTERISTICHE SALIENTI:

A) Partiamo dalla Storia, almeno quella stilistica. Le specchiere "a cassettoni" risalgono al periodo settecentesco, piuttosto raro imbattersi in un esemplare di questa famiglia prodotto nell'Ottocento. Questa particolare specchiera fa parte di un lotto di ben cinque esemplari da noi acquistati nella vendita all'asta di un arredo parigino. una insperata fortuna. Chi ci segue da tempo sa bene che forse era un lustro che noi non avevamo un simile oggetto d'arte;

B) La sua costruzione risulta di grande qualità strutturale (in genere queste caminiere/specchiere  hanno problemi di disassamento per via della non poca complicazione delle loro strutture. Qui siamo dinnanzi alla perfezione costruttiva, visto che non esiste un angolo incrinato. Lo specchio centrale é rappresentato da un cristallo molato mentre i piccoli specchi laterali, dato che la loro minima larghezza non poteva contenere anche l'ingombro di una molatura, sono, "semplicemente", specchi con superficie riflettente a foglia d'argento. La foglia d'oro che ricopre le sue superfici, poi, é evidentemente (qui non serve un esperto per comprenderne la qualità) di grande spessore tanto che la doratura ha un grado di conservazione altissimo, difficilmente ammirabile in specchiere ottocentesche;

C) I particolari del suo ornato..
Non da una fiaccola (che rappresenta la passione amorosa) ma da tre diversi bracieri esce il fuoco.. Fuoco che non é un fuoco qualunque, bensì il Fuoco Sacro a Vesta, Dea del focolare, protettrice della Famiglia. Il braciere più grande ed importante é avviluppato da rami d'alloro a loro volta stretti e compenetrati da un classico e sempre beneaugurante Nodo d'Amore;
Poi abbiamo, a circondare gli specchi esterni, una serie di "ovoli greci" di particolare e mai vista ideazione grafica. Mentre a circondare la specchiatura vera e propria, una "decorazione a corallo" anch'essa molto originale, in Francia definita "a macaron" (vocabolo che sta per "treccia");

PER FINIRE POTREMMO CITARE ANCHE LA FURBIZIOA DELL'ARTIGIANO SUO COSTRUTTORE/DESIGNER/DORATORE, IL QUALE HA ARRICCHITO QUESTO OGGETTO D'ARTE DI UNA COPPIA DI "PIEDINI" TALE DA PERMETTERE IL SUO APPOGGIO SU DI UNA MENSOLA (CHE PUO' ESSERE, A VOSTRO PIACIMENTO, QUELLA DEL CAMINETTO, DI UN MOBILE O DI UNA CONSOLLE) OPPURE LA SUA SOSPENSIONE.

PARIGI, PERIODO NAPOLEONE III, PERFETTA CONSERVAZIONE, TUTTO D'ORIGINE.
Add to cart