242 CAMINETTO "TROIS FLEURS" DI UNA FINEZZA DIFFICILMENTE EGUAGLIABILE

€ 7.800,00

Larghezza max 135 - Altezza max 107 - Larghezza bocca 101 - Altezza bocca 88 - Profondità pianale 40

PREZZO IMPONIBILE € 7800 COMPRESA CONSEGNA
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

QUESTO ESEMPLARE E' L'ULTIMO DI UNA PICCOLA SERIE DI TRE CAMINI "FRATELLI" RITROVATI NEL FABBRICATO EX "HOTEL LE PARTICULIER" IN RUE DE BOETIE, A PARIGI..

TUTTI SIMILISSIMI UNO ALL'ALTRO, NESSUNO IDENTICO AL PROPRIO FRATELLINO, SEGNO (COME DEL RESTO SEMPRE CAPITA QUANDO SI TRATTA DI CAMINETTI ANTICHI..) DI UNA LAVORAZIONE SQUISITAMENTE ARTISTICA E QUINDI COMPLETAMEMNTE MANUALE.. 

CAMINETTO LUIGI XVI "TROIS FLEURS PIED DROIT" IN MARMO BIANCO DI CARRARA, MODELLO COSTRUITO IN POCHISSIMI ESEMPLARI E QUASI SEMPRE CON LA FINALITA' DI ADORNARE UNA CAMERA DA LETTO..

L'ESEMPLARE CHE VI STO PROPONENDO E' MERAVIGLIOSAMENTE ARRICCHITO (VOSTRA MOGLIE SDILINQUIRA' AL VEDERE QUESTE DECORAZIONI SCULTOREE...) DA UNA "LAVORAZIONE A CORALLO" (ALTRIMENTI DETTA "A PERLAGE"..) SUL FRONTALE, MENTRE SU DI OGNI GAMBA FANNO LA LORO ELEGANTE FIGURA DUE TRIPLICI FILE DI FIORELLINI (SI APPELLANO "FLAMMECHES"), FIORI CHE RAPPRESENTANO SIMBOLICAMENTE L'INNALZARSI DELLA FAVILLA..

OVVIAMENTE, AL CARICO DECORATIVO SOPRA DESCRITTO VANNO AGGIUNTI QUEI TRE FIORI (DA CUI RICEVE L'APPELLATIVO "TROIS FLEURS") SCOLPITI SUL FRONTALE. 
UNA CURIOSITA' : GUARDATE IL FIORE CENTRALE, NON VI PARE CHE GIRI SU SE STESSO?
UN POCO COME LE GIRANDOLE DELLA NOSTRA INFANZIA?!
EBBENE, QUELL'ORIGINALE FIORE CHE SI AVVITA GRAZIOSAMENTE SU SE STESSO SI CHIAMA "ETOILLE" (STELLA) E RAPPRESENTA, APPUNTO, LA STELLA PER ECCELLENZA, CIOE' LA STELLA COMETA. 

IL CAMINO QUI PRESENTATO E' IN OTTIME CONDIZIONI DI CONSERVAZIONE (TRA L'ALTRO GODE DI UNA COSTRUZIONE REALIZZATA CON GRANDI INUSUALI SPESSORI MARMOREI), LA SUA PROVENIENZA, L'ABBIAMO DETTO SOPRA, E' PARIGINA, L'EPOCA IN CUI UN MAESTRO SCULTORE DI PIETRASANTA HA SUDATO SU QUELLE LASTRE LA SUA ABILITA' E' LA SECONDA META' DELL'OTTOCENTO (PERIODO NAPOLEONE III O, SE PREFERITE, "SECONDO IMPERO").

ECOLOGIA ED ANTICHI CAMINETTI
Sul mio comodino ho un testo di quelli apparentemente "leggeri", od almeno così credevo che fosse, a giudicare dalla sua copertina e dal suo titolo: "Mao perchè sei morto" di Massimo Bucchi, più o meno da me considerato sinora un semplice "cartoonist".

Devo dire invece che anche questa lettura si è rivelata interessantissima, direi.. "fulminante" e poichè non posso qui riassumervela compiutamente, ho scelto tra tutte, una vignetta che vede raffigurato un prete al capezzale del morente.. Il prete sta chiedendo al morente se ha qualcosa di cui pentirsi e questo signore, con la generosità e la fermezza dei momenti importanti dipinta in volto, gli dice: "LASCIO A MIO FIGLIO IL CERINO ACCESO".

Come a dire: Di questo mondo abbiamo fatto una pattumiera, fisica e morale, e ce ne siamo pure accorti ma non abbiamo fatto nulla per metterci una pezza, questo è il mio peccato più grande e questo rende più grande il mio dolore ora che me ne vado e devo lasciare questa discarica a mio figlio, il quale dovrà, incolpevole, provvedere alla sua pulizia.

Che c'azzecca questo mio discorso con il commento d'un caminetto ottocentesco?

Beh, nella mia vita posso dire d'aver provato, sin dall'inizio della mia attività, a tener pulito questo mondo, infatti per ogni caminetto che io raccolgo, restauro e vendo, c'è un pezzo di montagna che non viene cavata e scarnificata... 
So bene che non sia facile credermi sulla parola, ma io pensavo a queste cose anche quasi mezzo secolo fa, al mio primo muovere nel campo del recupero, confortato nel pensiero di un inevitabile e certo successo (come si è giustamente illusi a vent'anni !!!) dal fatto che un caminetto antico è più "bello", più "vero", più "affascinante", più "artistico" e più "risparmioso" di uno nuovo, odorante di plastica ed acidi... 
Un poco ho avuto ragione, più o meno al 2-3-4 per cento delle antiche aspettative!

Add to cart