008 CAMINETTO LUIGI XV POMPADOUR "PIED GALBÉ" IN MARMO BLEU TURQUIN

€ 2.600,00

Larghezza max 129 - Altezza max 106 - Larghezza bocca 89,5 - Altezza bocca 88,5 - Prof. pianale 37

PREZZO IMPONIBILE € 2600 COMPRESA CONSEGNA 
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

PRIMA CHE ME NE DIMENTICHI DEVO DIRVI CHE LA COSA CHE PIU' MI HA COLPITO IN QUESTO CAMINETTO ALLORQUANDO L'HO VISTO NEL CANTIERE DI RUE ORDENER (VIALE ALBERATO AI BORDI DI MONTMARTRE) DA CUI L'ABBIAMO STRAPPATO NOTTETEMPO E' LA CURA CON CUI SONO STATE SCELTE LE SUE LASTRE MARMOREE, SELEZIONE CHE HA PERMESSO UN ALLINEAMENTO PERFETTO DELLE FREZZATURE BIANCHE SULLO SFONDO TRA IL GRIGIO ED IL TURCHINO.
QUASI MAI (E NON VI SARA' DIFFICILE CONSTATARLO ANCHE NEL NOSTRO MAGAZZENO) SI TENEVA CONTO DELLA DISTRIBUZIONE DELLE FREZZATURE, E QUESTO PERCHE' COSTAVA TROPPO TAGLIARE LE LASTRE SEGUENDO QUESTA ESTETICA DIRETTIVA, ERA MOLTO PIU' CONVENIENTE NON PRODURRE SFRIDO (IN SOSTANZA SCARTO).
VI PARE UN PARTICOLARE DA POCO?
EBBENE, SAPPIATE CHE NON LO E', QUANDO LA CURA GIUNGE A QUESTI LIVELLI, BEH, ANCHE IL RESTO DELLA SCULTURA E' AL MEGLIO!

Detto questo (per dare a Cesare, cioé al maestro scultore, quel che é di Cesare), veniamo al nostro Pompadour, e diciamo subito quanto il suo colore (ripeto tra il Grigio ed il Turchino con Bianche nuvolature) oggi sia ricercato da architetti e decoratori. Insomma, possiamo dire che sta andando MOLTO di moda, a veloci passi raggiungendo o perlomeno avvicinandosi molto ai numeri di richieste di camini in Nero Colore.

Questo esemplare, della cui provenienza ho già parlato sopra, é davvero in perfette condizioni di conservazione, è stato realizzato in un laboratorio di scultura italiano, e la sua data di nascita é tra il 1860 ed il 1880.

CONSIGLIO N° 64 AI MARITI DI ACCOMPAGNO:

Marisa (vostra moglie) e Mario (voi), state aggirandovi nel magazzeno della Artis da ormai un’oretta (ndr: quindi molto oltre le possibilità di resistenza del Mario, il quale può resistere tre ore filate davanti al televisore che manda in onda una partita, anche noiosissima, della Juve, ma dopo venti minuti di “negozio con moglie” è esausto e sta pensando che forse farebbe meglio a chiedere il divorzio..) ed ecco che Marisa sbotta con un “Ascolta, Mario, tra questo camino Bleu Turquin e quello in Bianco Carrara, TU, che preferisci?!” (stava per dire “Tu, che preferiresti?”, ben sapendo che il Mario non ha alcuna possibilità di scelta, ma rapida di mente come solo le femmine sono, decide di non offendere la propria scalcinata metà e di fargli credere che la sua sia una effettiva richiesta di parere).

Mario sente un brivido freddo percorrergli la schiena… “Quello che vuoi tu, tesoro…” balbetta invece di ricercare una risposta che abbia un qualche senso logico…

“Scusa, Mario, ma tu preferisci quello turchino o quello bianco?”

Mario strabuzza gli occhi alla disperata ricerca di una rapida e consistente risposta (la quale, come era accaduto prima, non gli viene neanche a morire..) e dopo qualche interminabile secondo e con fare evidentemente nervoso risponde alla Marisa con un (scelta del tutto casuale e detta senza alcuna convinzione) “…Quello bianco…”.

“Perché?! Cosa c’è che non va in quello turchino?! È l’immediata e rimproverante risposta della dolce sua metà..

Allora il Mario, in un riflesso (pallido, eh..) di residua virilità, risponde alla virago al suo fianco con un.. “Ma se non volevi la mia opinione, perché me l’hai chiesta?!

E TUTTO VA IN MALORA, DI CERTO LA SERATA NON SI CONCLUDERA’ POSITIVAMENTE PER IL MARIO, IL QUALE, INVECE, AVREBBE DOVUTO COMPORTARSI COME DA COPIONE QUI SOTTO, CIOE’ ANDANDO ALL’ATTACCO:

Marisa: “Ascolta, Mario, tra questo camino Bleu Turquin e quello in Bianco Carrara, TU, che preferisci?!”

Mario: “ Tu hai già un’idea, cara?”

Marisa (è presa alla sprovvista, si aspettava la solita inutile quanto casuale preferenza del suo maschietto ed invece viene costretta essa stessa a dare una risposta..): “Ma sì, un’idea ce l’avrei.. Quello turchino si prende bene con le tende che abbiamo in sala ed anche col copridivano di Caleffi che devo ancora spianare, il quale ha i bordi in un velluto dello stesso tono..”

Mario (con affondo conclusivo alla D’Artagnan): “Ottima scelta!! Sarà fantastica la nostra sala con quel caminetto! Mi piaceva anche prima, questo camino, ma adesso che mi hai spiegato questi abbinamenti, mi par d’essermene innamorato!”

QUESTA VERSIONE DI MARIO, STATENE CERTI, PASSERA’ UNA SERATA MERAVIGLIOSA, CON CERTEZZA DI DOPOCENA COME DA TEMPO NON GLI CAPITAVA..

Add to cart