024 CAMINETTO POMPADOUR GALBE' IN NOBILISSIMO PREZIOSISSIMO MARMO SARRANCOLIN

€ 3.200,00

Larghezza max 138 - Altezza max 107 - Larghezza bocca 100 - Altezza bocca 89 - Profondità pianale 37

PREZZO IMPONIBILE € 3200 CONSEGNA COMPRESA
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

Spendido marmo di Sarrancolin, questo il "materiale" dal quale un ottimo scultore pietrasantino, su disegno di un altrettanto ottimo "architecte" parigino, ha ricavato questo esemplare di caminetto assolutamente Grazioso e Snello..

Questo marmo pirenaico (la piccola cava è posta a due passi da Lourdes, che sia anche "miracoloso", questo marmo, oltre che delizioso?!) ha una storia "italiana", visto che diparte dai tempi della conquista gallica da parte di Roma..

Furono i romani, infatti, ottimi procacciatori di ben di Dio ovunque si trovasse, a scoprirla ed a valorizzarla.

Ma furono i francesi a renderla grande e preziosa nel mondo (come son bravi, i francesi, a valorizzare le loro ricchezze... pensate al vino, ne producono esattamente tanto come noi italiani, ma.... ne ricavano, altrettanto esattamente, il triplo !!!).

Il più importante "testimonial" di questo marmo fu Luigi XIV, il Re Sole, il quale, al momento della scelta, appunto, delle essenze marmoree per la sua "casetta di campagna" (cioè la reggia di Versailles) stilò questo elenco:

Primo su tutti il marmo del paese di Sarrancolin... (con cui, nello specifico, furono realizzati molti camini);

Secondo il Rouge Griotte (che per via di questa regale scelta prese il nome di "Rouge du Roi"..);

Terzo il Bianco di Carrara (ovviamente nella qualità "Statuario"..).

Ovvio che dopo che il Re dei Re aveva espresso questa preferenza, praticamente tutti i suoi successori si adeguarono, così che gli ordinativi reali caddero a pioggia al paese di Sarrancolin

Sarebbero infiniti gli esempi della importanza mondiale, in tema decorativo, di questo raffinatissimo marmo, per cui citerò, a puro e semplice titolo di esempio, solo questi due:

a) L'entrata, scale e colonne comprese, dell'Opera di Paris;

b) La hall del più famoso grattacielo al mondo, l'Empire State Building a New York.

MA QUESTO MARMO (E QUI INIZIA IL COMMENTO VERO E PROPRIO A QUESTO CAMINO..) HA UN "PROBLEMA": E' MOLTO, MOLTISSIMO DIVERSO DA UNO STRATO ALL'ALTRO.. A VOLTE I COLORI SON TROPPO "VIOLENTI", ALTRE VOLTE LE "MACCHIE" (E' UN MARMO BRECCIATO, QUESTO..) CON TONI TROPPO DIVERSI TRA ESSI E COSI' VIA..

Stavolta invece, TUTTO E' FINEMENTE DELICATO", tutte le superfici hanno un suono armonico, cioè ben accordato e privo di stonature...

(HO QUASI FINITO, EH.. PERO' VOGLIO ANCORA DIRVI COSA HO PENSATO AL PRIMO VEDERLO, POI DUE COSETTE TECNICHE E NON VI TEDIO PIU' COL MIO DISCORRERE..).

Quando ho visto questo infinitamente GRAZIOSO caminetto, mi è tornato alla mente il passo d'un racconto della Ortese (credo, ma non ci posso giurare causa il mio Alzhaimer galoppante, che il suo titolo fosse "Gli occhiali", o qualcosa del genere..), passo in cui, ad una bambina napoletana poverissima e quasi cieca, un bel giorno viene regalato un paio di occhiali..
E così questa bambina, per la prima volta in vita sua, riesce a vedere la vita del vicolo in cui è nata e vissuta, provando uno stupore inenarrabile SOPRATTUTTO PER I SUOI COLORI.. Napulé mille culuri...

ECCO, AL PRIMO VEDERE IL MARMO DI QUESTO CAMINO a me è parso di vedere, PER LA PRIMA VOLTA IN VITA MIA, l'essenza vera del marmo di Sarrancolin, la sua vera, delicatissima ed irraggiungibile.. Bellezza.

CHISSA', FORSE LA STESSA COSA L'HA PROVATA LUIGI XIV, E COSI' QUALCOSA IN COMUNE (PECCATO NON SIA IL PORTAFOGLI) IO ED IL RE SOLE L'AVREMMO..

PARIGI ERA LA SUA ULTIMA CASA, L'EPOCA NAPOLEONE III IL SUO PERIODO DI NASCITA, PERFETTA LA SUA CONSERVAZIONE, PREZZO RISIBILE PER TANTA BELLEZZA E TANTA STORIA.

Add to cart