816 IMPORTANTE CAMINETTO REGGENZA PIEMONTESE IN BIANCO CARRARA

€ 2.400,00

Larghezza max 178 - Altezza max 126 - Larghezza bocca 113 - Altezza bocca 102 - Profond max 37
PREZZO IMPONIBILE € 2400 COMPRESA CONSEGNA
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

IMPORTANTE (ANCHE FISICAMENTE..) CAMINETTO REGGENZA (STILE TRA IL LUIGI XIV ED IL LUIGI XV) PIEMONTESE IN BIANCO CARRARA, EPOCA PRIMA META' OTTOCENTO, PERFETTA CONSERVAZIONE, FOTO OSCENE...

E' UN CAMINETTO DA VEDERE DE VISU, IMPOSSIBILE QUI, ATTRAVERSO QUESTE SPERSONALIZZANTI IMMAGINI POTERNE COMPRENDERE IL CARICO E SOPRATTUTTO LA QUALITA' DELL'ORNATO, PER CUI NON FARO', IN QUESTA SEDE, ALCUN COMMENTO, MENTRE SARO' FELICE DI ROVESCIARE UN FIUME DI PAROLE VERSO CHI SI DIMOSTRI INTERESSATO A CONOSCERE QUANTO PIU' POSSIBILE DI QUESTO ESEMPLARE RARISSIMO A TROVARSI.

NOTA 'TECNICA SULLA SCELTA DI CAMINETTI IN COLORI SCURI O BIANCHI DI TONO GRIGIO:

Quando si tratta di scegliere un caminetto anziché un altro, la maggior parte dei clienti cerca il colore 'chiaro..
Ed in effetti questo è comprensibile in quanto, visto di per se stesso, un caminetto in marmo chiaro è più luminoso..
Ma vorrei farvi riflettere su questo:
Tenete presente che le pareti su cui il caminetto si poserà sono (almeno nel 99% dei casi) bianche, cioè chiare, chiarissime..
E così avviene che un caminetto altrettanto chiaro non 'stacchi, non si stagli come dovrebbe su quello sfondo ad esso troppo omogeneo.
Al contrario, un caminetto in marmo grigio o scuro ben si evidenzia rispetto alla parete chiara su cui è posato..

INTENDIAMOCI, MI RENDO BEN CONTO DEL FATTO CHE CERCAR DI CONVINCERE UNA DONNA (E SCRIVO 'DONNA PERCHE' E' LEI CHE DECIDE IL CAMINETTO, MICA IL MASCHIETTO SUO ACCOMPAGNATORE..) SIA PRATICAMENTE IMPOSSIBILE, MA CHE VOLETE FARCI, IO SONO UN INGUARIBILE OTTIMISTA!!

ECOLOGIA ED ANTICHI CAMINETTI
Sul mio comodino ho un testo di quelli apparentemente "leggeri", od almeno così credevo che fosse, a giudicare dalla sua copertina e dal suo titolo: "Mao perchè sei morto" di Massimo Bucchi, più o meno da me considerato sinora un semplice "cartoonist".

Devo dire invece che anche questa lettura si è rivelata interessantissima, direi.. "fulminante" e poichè non posso qui riassumervela compiutamente, ho scelto tra tutte, una vignetta che vede raffigurato un prete al capezzale del morente.. Il prete sta chiedendo al morente se ha qualcosa di cui pentirsi e questo signore, con la generosità e la fermezza dei momenti importanti dipinta in volto, gli dice: "LASCIO A MIO FIGLIO IL CERINO ACCESO".

Come a dire: Di questo mondo abbiamo fatto una pattumiera, fisica e morale, e ce ne siamo pure accorti ma non abbiamo fatto nulla per metterci una pezza, questo è il mio peccato più grande e questo rende più grande il mio dolore ora che me ne vado e devo lasciare questa discarica a mio figlio, il quale dovrà, incolpevole, provvedere alla sua pulizia.

Che c'azzecca questo mio discorso con il commento d'un caminetto ottocentesco?

Beh, nella mia vita posso dire d'aver provato, sin dall'inizio della mia attività, a tener pulito questo mondo, infatti per ogni caminetto che io raccolgo, restauro e vendo, c'è un pezzo di montagna che non viene cavata e scarnificata...
So bene che non sia facile credermi sulla parola, ma io pensavo a queste cose anche quasi mezzo secolo fa, al mio primo muovere nel campo del recupero, confortato nel pensiero di un inevitabile e certo successo (come si è giustamente illusi a vent'anni !!!) dal fatto che un caminetto antico è più "bello", più "vero", più "affascinante", più "artistico" e più "risparmioso" di uno nuovo, odorante di plastica ed acidi...
Un poco ho avuto ragione, più o meno al 2-3-4 per cento delle antiche aspettative!

Add to cart