307 CAMINO LUIGI XIV "BOUDIN" IN FINISSIMO MARMO ROSA DUQUESA

€ 2.900,00

Larghezza max 126 - Altezza max 110 -Larghezza bocca 88 - Altezza max bocca 91 - Profondità pianale 38

PREZZO IMPONIBILE € 2900 COMPRESA CONSEGNA.
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

CAMINETTO LUIGI XIV "BOUDIN" IN FINISSIMO MARMO ROSA DUQUESA, QUI EFFIGIATO (l'immagine prima e piu' grande) MENTRE CI ACCINGIAMO A SMONTARLO NEL CANTIERE PARIGINO DOVE HA DIMORATO PER UN SECOLO E MEZZO..
E' IN PERFETTE CONDIZIONI DI CONSERVAZIONE ED E' PROVVISTO DELLA SUA PEDANA IN MARMO (GIA' COMPRESA NEL PREZZO DEL CAMINETTO).


Non è che sia un granché bella, l'immagine, scattata in cantiere dal mio "smontatore" di fiducia, ma mi pare che, nonostante la povertà della ambientazione e la notevole polvere che il cantiere ha regalato al nostro caminetto, il suo nobilissimo marmo comunichi a tutti noi della sua beltà.

Che scrivere di questo caminetto più di quanto non ci abbiano già comunicato la sola Bellezza delle sue superfici e la sua sensuale forma?
Beh, vi dirò cosa è venuto in mente a me quando l'ho acquistato:
Ho cercato d'immaginare che cosa sia passato per la testa del suo scultore (il mitico Boudin) quando, sollecitato da questa commissione, abbia dovuto accingersi all'acquisto delle lastre necessarie all'opera..
Come ben sanno gli addetti ai lavori, Egli, sincero nazionalista ed autarchico, appassionato adoratore dell'epoca Napoleonica e della Grandeur francese, amava per lo più realizzare caminetti con marmi francesi ed ogni volta che doveva realizzare un caminetto con marmi "altrui", aveva un moto di ribellione..
Ebbene, io son convinto che, quando il Boudin abbia avuto questa specifica commissione, sapendo quant'era bello questo marmo spagnolo, sia stato, almeno per una volta, contento e non stizzito.

Di certo, forse a riprova di quanto io abbia ora immaginato e scritto, c'è il fatto che questi masselli in marmo sono stati selezionati con cura ed amore, con attenzioni proprie di chi, per i marmi nobili come il Rosa Duquesa é, avesse rispetto e deferenza.

NOTE GENERALI SULLO STATO DEI CAMINETTI ANTICHI:

Sempre più di frequente capitano al mio magazzeno signore sé dicenti interessate all'acquisto d'un caminetto antico…
Magari prima chiamano, s'informano su questo e quel caminetto visto nel sito, sono ben consce, dunque, del fatto che stanno per acquistare un manufatto che ha secoli di vita e di vicissitudini... Io presento loro centinaia di caminetti antichi nello stato del loro ritrovamento, e cioé impolverati, magari con qualche acciacco ad una lastra, e qualche inevitabile affascinante macchia sulle loro superfici portata dal tempo..
Il fatto é che quando queste signore (son sempre le donne, eh, gli ometti, quando ci sono, son sempre defilati e schivi..) hanno individuato il caminetto che a loro piacerebbe, iniziano a guardarlo col microscopio per poi sbottare in frasi del tipo:
"Ma... Maurizio, questa macchia viene via, eh!?".......
"Ma... poi viene più lucido, vero!?... e quanto più lucido!?" .....
"Ma tutte queste piccolo sbeccature lei poi le stucca, eh?!"....
"Ma... verrà più bianco, poi, Maurizio, dopo il restauro!?"...
"Uhmmm... questa lastra mi sembra di un tono più scura dell'altra, come mai, Maurizio!?" e così via dicendo...

A volte mi vien di rispondere… "Ma signora, mica lo posso lavare con Ava, questo caminetto, le sembro forse l'olandesina!?"

Insomma, a differenza di quanto capitava qualche decennio fa, epoca nella quale gli acquirenti di caminetti antichi erano pochissimi e per lo più veri amanti dell'antiquariato, oggi moltissime persone si avvicinano all'antico, ma... molte di queste persone, il caminetto antico lo vorrebbero ... nuovo!!

Ecco, con questo mio sfogo vorrei far presente a chi mi legge che i nostri caminetti sono ben diversi da quelli in vendita da Aiazzone, i nostri sono meno lucidi (venivano levigati con la pietra pomice stretta nel pugno, mica con una macchina industriale..), sempre almeno un poco imperfetti (erano fatti a mano, bulino e sudore, mica sputati da una macchina a controllo numerico!!), sempre con qualche segno del tempo (graffi, colature di cera, piccole abrasioni etc..).

I caminetti antichi sono opere d'arte ed alto artigianato, quelli nuovi son prodotti industriali, credo proprio che questa netta differenza possa ben ripagare chi decide di mettersi in casa uno dei nostri caminetti, magari sopportando le loro, meravigliose, imperfezioni.

In parole povere (e scusate la mia brutalita'..): chi voglia un caminetto tutto perfettino e lucente, che magari profumi anche della plastica d'un imballo, non venga qui da noi, non lo troverà neppure a pagarlo a peso d'oro!

Add to cart