303 CAMINETTO "PARISIENNE" IN CANDIDO MARMO STATUARIO IMPREZIOSITO DA APPLICAZIONI IN BRONZO DORATO

€ 3.400,00

Larghezza max 125 - Altezza max 104 - Larghezza bocca 87 - Altezza bocca 88 - Profondità pianale 35

PREZZO IMPONIBILE € 3400 COMPRESA CONSEGNA
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")


Visto che il commento che seguirà verterà più sul comico/discorsivo che sul serio, faccio subito una PREMESSA TECNICO-STORICA affinchè possiate conoscere al meglio il caminetto di cui si narrerà nel "commento" vero e proprio:

Questo esemplare, posto sia nella sezione Luigi XVI che nella sezione Luigi XIV in quanto è sostanzialmente un fantastico melange di queste due scuole stilistiche, ha due importanti caratteristiche, peraltro esclusivamente peculiari a questo specifico esemplare:
A) Pur essendo sostanzialmente un camino "povero", una sorta di brutto anatroccolo senza troppe pretese architettoniche né di carico decorativo, in genere richiesto per adornare una camera da letto e non un salone di rappresentanza, ebbene, nonostante la sua presunta "povertà", il nostro si veste, incredibilmente, di una stoffa marmorea riservata alle più importanti sculture del mondo, uno Statuario Carrara di elevatissima qualità ed insuperabile purezza, così tramutandosi, magicamente, in candido Cigno;
B) Non contento della sua precedente e miracolosa mutazione genetica, egli si dota anche di un trittico di decorazioni bronzee, la più importante delle quali rappresenta il volto di Luigi XIV, il Re Sole, qui giustamente raffigurato tra i raggi che sta emanando.
MAI VISTO NULLA DI SIMILE IN UNA "PARIGINA", E' PROPRIO VERO CHE ... E' UN PECCATO MORIRE!

NASCE IN PARIGI VERSO LA FINE DELL'OTTOCENTO E SI PRESENTA IN OTTIME CONDIZIONI DI CONSERVAZIONE.

COMMENTO VERO E PROPRIO:
Qualche sera fa, all'Arena di Cattolica (primo spettacolo dopo la quarantena) ho visto uno
 spettacolo di Giacobazzi (non ho ancora capito se questo comico sia bolognese o romagnolo) decisamente da sbombarsi dal ridere..
Ebbene, questo ruspante artista e' da considerarsi un fine conoscitore del mondo femminile, in specie di quella parte del mondo femminino che sono le mogli..
L'altra sera mi ha illuminato su di un concetto che spesso ho cercato di dipanare, senza successo, almeno sino a quando non ho sentito questo comico vate.
Il concetto è questo: Perché il marito vede tutto semplice mentre la moglie invece complica sempre tutto?
Perché il marito, che nel suo quieto vivere si contenterebbe anche di poco, viene sempre costretto a cercare di risolvere problemi che la moglie incessantemente gli pone senza tregua?

Ma è semplice (bella forza, te l'ha appena detto Giacobazzi!!): L'uomo ha in testa due (dicasi due) neuroni, uno dei quali è generalmente uno scansafatiche..
La donna (leggasi la moglie..), invece, pare averne qualche migliaio, di neuroni, tutti continuamente ronzanti ed indaffarati a studiare come sottomettere il proprio marito oltre che a creargli quotidiane sevizie..

Voi direte... "ma che c'azzecca la storiella del Giacobazzi con questo caminetto dall'accattivante soprannome di "Parisienne"?"

C'azzecca, eccome!

Al marito, infatti, una volta deciso l'acquisto (l'ha deciso lei, eh, lui ha solo detto.."Sì, cara, hai ragione tu, a casa nostra può starci solo un caminetto come questo..") dicevo... ah, sì, al marito, infatti, una volta deciso l'acquisto di un camino in Bianco Carrara, basterebbe un Bianco qualunque, che so, un Bianco “ordinario”, oppure, al massimo, un Bianco Puro….tutti marmi bianchi meno famosi ed economicamente impegnativi dello Statuario Carrara e che comporterebbero una spesa normale o, comunque, più contenuta..
Alla sua "dolce" metà' no.. figuriamoci, una volta deciso per il lo Statuario, così dev'essere, costi quel che costi.. (bella forza, paga lui!!).
E così succede che questa mogliera, ausiliata da una schiera di riviste d'arredo i cui giornalisti paiono pagati per rovinare i mariti delle loro lettrici, decide che il miglior Bianco al mondo, quello più affascinante e quasi magico, è, appunto, il mitico marmo prediletto dal Buonarroti Michelangiolo (che però, ricordiamocene, gestiva il portafogli del Papa, mica quello del povero marito qui presente..).

Il fatto è che di caminetti in questo particolare Bianco michelangiolesco ve ne saranno in commercio in tutta Europa qualche decina, dei quali solo una piccola parte è in stile Neoclassico.. E lei, la vostra sadica mogliera, che cerca se non un camino in Statuario e pure appartenente alla nobile famiglia dei Neoclassici?
Non potrebbe contentarsi d'un meno costoso Luigi Filippo?
Neanche a pensarlo, lei vuole proprio il marmo più caro e lo stilismo più raro, sennò, che figura farebbe con le sue amiche?

Vabbe', non ho piu' spazio, a voi mariti dico che, nella sfortuna di essere ammogliati, oggi potreste aver imbroccato una fortuna insperata: Infatti questo meraviglioso e perfetto caminetto tra il Luigi XVI ed il Luigi XIV in candidissimo marmo Statuario Carrara potrete averlo ad un prezzo decisamente più basso di quanto generalmente offre il mercato, fatto questo dovuto ad un nostro buon (se non eccezionale..) acquisto, insomma avrete fatto un vero e proprio investimento, senza contare il fatto che vostra moglie vi sarà notevolmente grata e per qualche giornata almeno vi sorriderà senza digrignare i canini, che volete di più??!!

Eppoi, guardatelo bene, non lo trovate raffinato ed originalmente distinto?!

Add to cart