353 FANTASTICO E FLOREALE BOUDIN IN BELLA QUALITA' DI BIANCO CARRARA

€ 6.800,00

Larghezza max 171 Altezza max 110 Larghezza bocca 107 Altezza bocca 85 Profondità pianale 43

PREZZO IMPONIBILE € 6800 COMPRESA CONSEGNA.
("IMPONIBILE" STA PER "+ IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

PREMESSA:

QUESTO ESEMPLARE E' UNO DEI PIU' IMPORTANTI CAMINI BOUDIN ATTUALMENTE IN COMMERCIO IN EUROPA. VI CHIEDO DI NON VALUTARLO SULLA BASE DEL PREZZO (DECISAMENTE CONTENUTO) CUI LO STO PROPONENDO, PREZZO CHE DIPENDE ESCLUSIVAMENTE DA UN PIU' CHE OTTIMO NOSTRO ACQUISTO. VALUTATELO, SE VI PIACERA', PER LE SUE INTRINSICHE E NOTEVOLI QUALITA' SCULTOREE.

PROVENIENZA NIZZA, PERFETTA CONSERVAZIONE, EPOCA META' OTTOCENTO, GRAN BELLA QUALITA' (E GRAN BELLA OMOGENEITA' DI LASTRE) DEL SUO MARMO BIANCO CARRARA.

Nello scrivere del luogo di provenienza di questo caminetto, la gaudiosa azzurra Nizza, mi è venuto in mente un pensiero che da tempo desidero inserire in un commento e poi va sempre a finire che me ne dimentico..

Oddio, nulla a che vedere con i Pensieri di Kant o di Platone, i miei pensieri volano molto più raso terra, sono spiccioli, ma... in fondo la Vita è fatta in gran parte di cose piccole, e piccoli piaceri..

Ecco, quello che volevo dirvi è che ogni primavera, al primo piacevolissimo scaldar di pelle, ognuno di noi inizia a pensare all'Estate.. Le donne (leggasi "le mogli"..) riempiono il salotto di cataloghi di Agenzie di Viaggi, ricchi di spiagge polinesiane e mari dai colori dello zaffiro (infatti costano come preziosi diamanti..), non hanno in mente altro che il sole (bugie, è l'abbronzatura che interessa loro, null'altro..), il mare, i bagni e tutte quelle ovvietà che messe insieme prendono il nome di "Evasione"... A parte che "evasione" a me fa pensare alla fuga da un carcere, mentre loro (le mogli..) strolgano come farvi spendere tutti quei soldi, voi mariti a che pensate? Beh, probabilmente il vostro primo pensiero è.. "Caz... quant'è cara la Polinesia.." e mentre pensate questo vi sale alla mente di aver visto sul quotidiano la pubblicità della "Pensione da Marta", a Pinarella di Cervia, nella quale un giorno in alta stagione costa, tutto compreso, € 42,50... E poi a Pinarella voi potreste, in pensione, passare i pomeriggi a vedere i campionati del mondo di calcio... mica siete sicuri, in Polinesia, di vederli, no?! Ma quel pensiero lo scacciate subito, vostra moglie vi sbranerebbe vivo... Personalmente io, quando giunge il fatidico momento "pre-estate", lascio fare tutto quel che vuole a mia moglie (tanto, che conterebbe il mio parere?), anzi, le ripeto a pié sospinto.."Ma che brava che sei, dovresti smetter di fare l'avvocato e metter su una bella agenzia di viaggi!!" E mentre dico così, penso soprattutto che l'estate per me è il poter finalmente riprendere la mia Lambretta d'epoca (è nata nel febbraio 1960, quasi 60 anni portati benissimo!!) e con questa correre (si fa per dire..) nelle campagne che giorno per giorno cambiano d'aspetto, imbiondendosi e regalandomi profumi che in auto non puoi certo respirare.. Quello d'erba appena segata è il mio preferito.. davvero m'inebria..

Vabbè, tutto questo discorso era solo una introduzione a quanto davvero volevo dirvi (non sarete mica già stanchi di parlar con me, vero?!), che è quanto segue:

Perchè per l'estate tutti abbiamo uno o più pensieri felici mentre all'approssimarsi dell'inverno le nostre menti (e tantomeno le menti delle nostre donne, che rabbuiano e paiono andare in letargo all'approssimarsi del Dio Gelo..) non partoriscono nulla?

Non mi pare giusto, in fondo anche l'Inverno è una stagione come tutte le altre, possibile che, a parte le ferie di Natale, non vi sia nessun motivo buono per entrare contenti nella stagione degli aranci?

Vi consiglio il mio, di pensieri, vedrete che vi scalderà:

Ecco, io, non appena i primi freddi e le prime insistenti piogge mi avvertono che anche l'Autunno se ne sta andando, mi rallegro al pensiero che passerò molte serate e qualche domenicale pomeriggio nella quiete del mio salotto, stravaccato sul divano ed incurante delle grida della mogliera (prima o poi, si stancano, credetemi..) a leggere qualche buon libro, a guardarmi la televisione, magari anche ad appisolarmi...

"Ma -voi mi direte- queste son cose normali, che c'è da rallegrarsi tanto per simili banalità?!"

Beh, c'è che tutte queste normalissime banalissime ed a volte noiosissime cose io le faccio, sempre, al caldo tiepido d'un caminetto, alla vista sempre ammaliante della sua fiamma, in una atmosfera (che solo un camino può darvi a condizione che non sia "moderno", magari di volgare acciaio inossidabile..) in una atmosfera, dicevo, che è decisamente, fantasticamente... rassicurante e rilassante..

Vi pare poco?!

La morale di tutto questo mio filosofare, quindi, è questa:

Se il caminetto non l'avete ancora, compratelo (antico, eh.. tra l'altro costa meno di tanti camini nuovi e con occhi a mandorla..), e lui (non scriverò mai "esso" di un caminetto antico, per me è come fosse una persona..) e lui, dicevo, vi regalerà tanti momenti di bel vivere, tanti che, se davvero inizierete ad accenderlo, non potrete più farne a meno..

Ehmmm.... questo che vi presento qui potrebbe essere una buona occasione per entrar nella cerchia raffinata dei "poltroni con caminetto", costa meno del Giusto, è di moda (il "provenzale" furoreggia nelle riviste d'arredo..), è in ottime condizioni eppoi sarà anche un investimento economico, altro che la Polinesia!!!

Add to cart