014G RARISSIMA CAMINIERA "VELO DI MEDUSA" PROVVISTA DI SPECCHIO D'ORIGINE

€ 3.400,00

PREZZO IMPONIBILE 3400CONSEGNA DA DEFINIRE
Larghezza 126 cm - Altezza 168 cm


Per comprendere al meglio l’oggetto d’arte, di fantasia e di alto artigianato che sto qui presentandovi, credo sia indispensabile fare un cenno al romanzo di Melville, Moby Dick, ovverossia la mitica Balena bianca della giovinezza di ognuno di noi.

Che c’entra, vi chiederete, la storia del rude capitano Achab e della sua baleniera Pequod con questa elegante e borghesissima caminiera?

C’entra, eccome, in quanto io, nel momento in cui ho arpionato (acquistato) questa rarissima caminiera, mi son sentito potente, soddisfatto e felice, proprio come il capitano Achab, perché questa caminiera (peraltro in qualche modo “marina” anch’essa per via del suo disegno e del suo nome) altro non è che la MIA balena Bianca..

Se pensate che in 43 anni di lavoro tra camini antichi ed antiche caminiere più d’una volta ho posseduto caminetti con decorazioni “a velo di medusa” (almeno due esemplari sono pubblicati attualmente nel nostro sito, sezione “Camini Luigi XV”) ma MAI mi ero imbattuto in caminiere con gli stessi “movimenti” decorativi, allora capirete la giustezza del mio paragonarmi al comandante della Pequod.

Guardate il pannello sopra lo specchio, lì è raffigurata una grande conchiglia all’interno della quale è racchiusa una conchiglia più piccola. Ebbene, tutte le parti che raffigurano questi due gasteropodi hanno superfici lamellari le quali paiono muoversi secondo le carezze delle delicate correnti marine circostanti.. Movimenti sinuosi, dolci ed eleganti nella loro pacata lentezza.. Il disegnatore che ha creato questa immagine ed anche l’artigiano che l’ha materialmente realizzata sono riusciti nell’intento di farci apparire queste raffigurazioni non come immobili decorazioni bensì come figure in continuo movimento.

Contribuisce a questo effetto ottico (che è anche un effetto “d’animo” se così si può dire) un particolare che ha la sua importanza: Sopra le due conchiglie compenetrate, a chiudere la cimasa appare un ciuffo d’arborea marina vegetazione (pare un ciuffo di Posidonia) il quale, anch’esso, si muove in sincrono con le conchiglie sottostanti..

Adesso che ci penso, anche “l’ondeggiare” della cornice immediatamente sopra lo specchio può esser d’aiuto nel creare questa piacevole Illusione.

QUESTO OGGETTO D’ARTE CI PROPONE, OLTRE ALLA SUA ESTREMA RARITA’, ANCHE QUALCHE ALTRA DOTE NON TRASCURABILE, QUALE UNA SUA OTTIMA CONSERVAZIONE (CORROBORATA DA UN NOSTRO PROFESSIONALE RESTAURO) ED IL FATTO CHE SIA ANCORA DOTATA DEL SUO SPECCHIO ORIGINALE.

PARIGI, PERIODO NAPOLEONE III, STILISMO TRANSIZIONE O REGGENZA CHE SI VOGLIA DIRE.

Add to cart