828 AG CAMINETTO D'UNA FINEZZA RARAMENTE RAGGIUNGIBILE

€ 11.800,00

Larghezza max 153 Altezza max 102 Larghezza bocca 126 Altezza bocca 99 Profondità pianale 31

PREZZO IMPONIBILE € 11.800 COMPRESA CONSEGNA E RESTAURI-
("IMPONIBILE" STA PER + IVA 4%, 10% o 22% A SECONDA DEI CASI")

C'è sempre una atmosfera particolare in un caminetto Direttorio, per me una sorta di elevazione estetica, di pura raffinatezza o, se volete, di raffinata purezza (e non è un gioco di parole, il mio).
In sostanza quasi tutti i camini Direttorio (almeno quasi tutti quelli d'epoca giusta e non stilistici successivi raffazzonamenti) posseggono un'aurea come dire.... nobiliare, a dispetto del momento politico ed ideologico che lo stesso stile ha generato..
Forse questa mia impressione dipende dal fatto che, al contrario delle famiglie stilistiche successive, a partire dall'Impero, i camini Direttorio sono sempre "pezzi unici", disegnati da uno specifico architetto su commissione di una specifica committenza. Non esisteva, in quell'ultimo momento storico, la serialità che avrebbe poi contraddistinto la produzione dei caminetti dai primi anni dell'Ottocento sino ai giorni nostri.
La prova di quanto sto affermando?
Nulla di più semplice:
Pensate ai nomi dei caminetti successivi, quali "Griffe de Lion" nel caso dello stile Impero, "Palmettes" o "Modillon" nel caso dei camini Luigi Filippo, "Trois Coquilles" o "Pompadour" nel caso dei caminetti Luigi XV, "Demi-Lune" o "Trois Fleurs" nel caso degli esemplari Luigi XVI o Secondo Impero o Napoleone III che si voglia dire...
Se un modello di caminetto possiede un nome è perché di quel modello son stati costruiti parecchi esemplari, e questo accadimento non si registra, MAI, prima del periodo Impero, partendo, a ritroso, proprio dal periodo Direttorio..

VI HO ANNOIATO, VERO, CON QUESTE MIE DISQUISIZIONI STORICO-STILISTICHE?!
NON E' CHE VOGLIA FARE IL FENOMENO/SECCHIONE/SO TUTTO IO/SUI CAMINI SON PIU' FORTE DI VITTORIO SGARBI ETC... IL FATTO E' CHE A ME PIACE SAPERE DI AVER DETTO, AL POSSIBILE LETTORE-ACQUIRENTE-INTERESSATO-APPASSIONATO, TUTTO QUANTO IO CONOSCA DI QUEL CAMINO O, COME IN QUESTO CASO, DELLA SUA FAMIGLIA DI APPARTENENZA. TROVO CHE, FOSSI IO AL POSTO DEL MIO POSSIBILE CLIENTE, AVREI PIACERE DI ESSERE MESSO A CONOSCENZA DI QUANTO POSSIBILE SULL'OGGETTO DEL MIO DESIDERIO.
IN FONDO QUI NON SI COMPRA UN CAMINO INDUSTRIALE, MA UN PEZZO DI STORIA E DI ARTE.

Tornando al nostro specifico esemplare, possiamo dire che trattasi di un raro caminetto Direttorio in cui si é cercato di coniugare la parte "maschile" della sua architettura (chiaramente neoclassica) con la parte "femminile" delle sue sinuose ed elegantissime decorazioni a colonnette pompeiane, un melange a mio parere riuscitissimo, un matrimonio che "s'aveva da fare".
La purezza dei materiali (in particolare il Bianco Candido dello Statuario Carrara), poi, va a completare un quadro d'insieme raffinatissimo.

PARIGI, ULTIMI ANNI DEL 700/PRIMISSIMI ANNI DELL'OTTOCENTO, PATINA DA AMATORE, BUONISSIMO STATO DI CONSERVAZIONE, COME RISULTA EVIDENTE ANCHE DA QUESTE IMMAGINI SCATTATE PRIMA CHE NOI LO RUBASS... EHMM PRIMA CHE NOI LO SMONTASSIMO.
Add to cart